Revocabilità per errore di fatto delle ordinanze a contenuto decisorio. Una sentenza della Consulta condivisibile nel merito, ma non nel metodo

Di Roberta Tiscini - Fascicolo 2/2021

Sinossi. L’Autore, pur aderendo alla soluzione proposta nel merito dalla Consulta, commenta in chiave critica la scelta di rigettare con una sentenza interpretativa la questione di costituzionalità dell’art. 395 comma 1 n. 4 c.p.c. in combinato disposto con l’art. 14 d.lgs. n. 150/2011, non condividendo l’idea che debba essere lasciata all’interpretazione la selezione dei provvedimenti passibili di revocazione, che nella forma sono ordinanze ma nella sostanza sentenze.

Abstract. The Author, while endorsing the decision taken by the Constitutional Court on the specific matter, criticises the choice of rejecting the issue of legitimacy of Art. 395, no. 4, of the Code of civil procedure combined together with Art. 14 of Law no. 150/2011, based on the argument that it shall not be left on the interpretation of the judge the individuation of the judicial decision subject to the remedy of “revocazione” under Art. 395 of the Code of civil procedure.