L’inibitoria processuale della sentenza di primo grado nella prospettiva di riforma del processo civile

Di Giorgio Tombolini - Fascicolo 1/2022

Il contributo, partendo dal tradizionale ruolo ricoperto dall’inibitoria nel processo civile, si sofferma su alcuni specifici aspetti della disciplina della sospensiva della sentenza di primo grado, quali i suoi limiti oggettivi, i presupposti e le relative forme di controllo, in una prospettiva critica dell’attuale panorama giurisprudenziale e dottrinale. L’analisi, inoltre, tratta anche le modifiche introdotte all’istituto dalla recente legge delega di riforma della giustizia civile (l. 26 novembre 2021, n. 206), che, nell’attesa dell’emanazione dei decreti legislativi, devono essere accolte positivamente.

The work, taking into account the traditional role played by the suspension of the judgement’s enforceability within the Italian civil procedural law, focuses on some specific aspects of the suspension of the first instance judgement’s enforceability, such as its objective limits, the requirements and the related forms of appeal, in a critical perspective of the current case law and scholars status. Moreover, the article deals with the amendments to the legal institution provided for by the recent Delegation Law on the reform of civil justice (Law no. 206 of November 26, 2021), which, pending the issuing of the relevant legislative decrees, must be welcomed.