L’esecuzione forzata nei confronti di Stati esteri: ricostruzione evolutiva e limiti del sindacato giudiziale sulla pignorabilità dei conti correnti

Di Gaia Iappelli - Fascicolo 3/2022

Il contributo prende le mosse da un’ordinanza del Tribunale di Roma resa in sede di opposizione all’esecuzione proposta dallo Stato della Libia, in una procedura esecutiva a suo danno, per svolgere una ricostruzione del tema dell’immunità esecutiva nei confronti degli Stati esteri, ponendo in luce l’evoluzione del diritto internazionale in materia e dando atto del dialogo tra le Corti nazionali e la Corte internazionale di Giustizia e dei successivi interventi del legislatore nazionale. In particolare, ci si sofferma sulla concreta applicazione della causa di impignorabilità speciale di cui all’art. 19-bis della legge 162/2014, sottolineandone il regime probatorio. 

The work is based on an ordinance made by the Court of Rome, following an opposition to the execution proposed by the State of Libya, in an enforcement procedure to its detriment, and carries out a reconstruction of the issue of executive immunity against foreign States, highlighting the evolution of international law in this field and acknowledging the dialogue between the National Courts and the International Court of Justice and the subsequent interventions of the national legislator. In particular, we focus on the concrete application of the special cause of exemption from attachment referred to in art. 19-bis of Law 162/2014, underlining its rules of evidence.