Le sentenze dichiarative dell’illegittimità costituzionale delle leggi: dagli effetti retroattivi a quelli pro futuro

Di Rosaria Giordano - Fascicolo 2/2021

Sinossi. Alcune recenti decisioni della Corte Costituzionale su tematiche di grande rilievo ripropongono con forza la questione della sussistenza e dei limiti entro i quali, nel nostro sistema, possa esservi una “manipolazione” attraverso una pronuncia additiva dell’efficacia della norma non solo nel suo ambito oggettivo ma altresì anche negli effetti temporali. La problematica – che si presenta ed è stata oggetto di scelte talora diverse in altri sistemi di giustizia costituzionale – si correla a quella più ampia della necessità da parte della Corte di considerare l’impatto che le proprie decisioni possono avere nell’ordinamento.

Abstract. Some recent decisions of the Constitutional Court on issues of great importance forcefully re-propose the question of the existence and limits within which, in our system, there can be a manipulation of the effects over time of the judgments of constitutional illegitimacy. The problem – which arises and has been the subject of different choices in other systems of constitutional justice – is related to the broader one of the Court’s need to consider the impact that its decisions may have on the legal system.