Il rito sommario di cognizione dieci anni dopo. Spunti di riflessione e prospettive future

Di Ruggero Siciliano - Fascicolo 2/2019
Il tribunale di Termini Imerese con una recente ordinanza ha dichiarato l’inammissibilità della domanda riconvenzionale proposta dal convenuto in un giudizio sommario di cognizione, perché appartenente alle cause da trattarsi in composizione collegiale, estendendo però la declaratoria anche alla domanda principale in virtù della connessione c.d. forte tra le stesse. Il decidente ha così definito in rito l’intero giudizio. L’autore illustra le tematiche concernenti il giudizio sommario di cognizione sia sotto il profilo della sua natura giuridica, sia sotto l’aspetto, caratterizzante il caso in esame, attinente al rapporto tra la domanda principale e la domanda riconvenzionale inammissibile.
The court of Termini Imerese declared with a recent ruling order, the inadmissibility of the counterclaim proposed by the defendant in a summary judgment motion. This is because it belonged to causes dealt with by a collective body, extending the declaration to the main claim by virtue of the connection so-called strong between themselves. The judge thus defined the entire judgment in the rite. The issues concerning the summary judgment motion will be illustrated from the point of view of its legal nature, as well as from the relationship between the main claim and the counterclaim.