Mediazione obbligatoria e opposizione a decreto ingiuntivo: il nodo degli effetti del mancato tentativo

Di Marta Magliulo - Fascicolo 4/2018

Lo scritto esamina la questione ancora aperta dell’individuazione della parte onerata di promuovere il procedimento di mediazione nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo. Dopo aver evidenziato la debolezza delle argomentazioni poste dalla Suprema Corte e dalla giurisprudenza di merito a fondamento della tesi che individua nel debitore opponente la parte gravata del tentativo di mediazione, si illustrano le ragioni per le quali, in linea con la lettera dell’art. 5, D.lgs. 28/2010 e in considerazione delle peculiari caratteristiche del giudizio di opposizione, appare preferibile concludere che tale onere spetta al creditore opposto.

The paper deals with the issue of the identification of the party in charge of initiating the mediation procedure in the case of opposition to an order for payment; the author focuses on the weakness of the arguments, put forward by the case law, according to which the mediation should be initiated by the debtor and points out the reasons why, pursuant to article 5, D.lgs. 28/2010 and in accordance with the characteristics of the above mentioned opposition proceeding, the burden of initiating the mediation procedure should lie with the creditor.