La nuova tutela giurisdizionale dei diritti dei migranti. Note a margine del d.l. n. 13/2017

Di Angelo Danilo De Santis - Fascicolo 2/2017

L’incremento dei flussi migratori di cittadini non provenienti dal territorio dell’Unione europea impone
di migliorare la risposta alla domanda di giustizia di quanti, giunti nel nostro paese, ambiscono ad
ottenere il riconoscimento, a vario titolo, del diritto a permanere nel territorio dell’Unione. La scelta
del Governo, che interviene con il decreto legge n. 13 del 2017, consiste nell’incremento delle dotazioni
del personale chiamato ad occuparsi di procedimenti in materia di tutela dei diritti dei migranti,
nonché in un’opera di ristrutturazione delle norme processuali.
The increase of non-E.U. citizens migration towards Italy’s coasts imposes to improve the effectiveness of
access to justice for people who aim to legally stay on E.U. territory. The new decree nr. 13/2017 consists
in promoting specialization of judges and introducing specialized courts, as well as introducing new
procedural rules.