La Cassazione civile “senza volto” nel quadro delle Corti Supreme europee

Di Andrea Panzarola - fascicolo 2/2017

L’autore esamina le modalità con le quali è assicurata la difesa scritta e orale nei procedimenti civili dinanzi alle più importanti Corti Supreme europee. La ricerca offre importanti elementi per potere esprimere una valutazione a proposito della recente riforma del procedimento civile di Cassazione (entrata in vigore il 30 ottobre 2016). Tale riforma mira al potenziamento della funzione nomofilattica della Suprema Corte, ma non sembra in grado di garantire alle parti un giusto processo a causa della eliminazione, nella gran parte dei casi, della possibilità per gli avvocati di esporre oralmente le loro ragioni.
The author examines the nature and extension of written and oral advocacy in the civil proceedings before the most important European Supreme Courts. It helps to judge the Italian Law 25 October 2016, n. 197. A partial revision to the Supreme Court procedure entered into force as of 30 October 2016. The reform increases the Supreme Court’s scope to pronounce precedents in legally important cases. However the right to a fair trail may be undermined because the reform eliminates, in most cases, the oral hearing in front of the Supreme Court.